La maschera, l’emozione ed il senso

La maschera è ciò che mi nasconde, che nasconde “me”, ma contemporaneamente rivela quello dietro al quale mi sto mascherando. E’ un reato flagrante. Basta guardare.

Ogni emozione è una maschera, ogni momento in cui mi scordo dove sono e quali sono i miei confini indosso una maschera che spero mi accolga, con la mia incompletezza ed il mio peccato ed ancora una volta mi perdoni ed ancora una volta si lasci indossare.

Non basta non volerla indossare, una maschera. Per smettere di farlo bisogna provarla, guardarla nella propia mano, crogiolarsi allo specchio, confrontare il proprio sè con quello che gli piace, mi piace e deve smettere di piacermi per essere davvero significato.

Allora benvengano l’odio che scava la sua tana nel cuore, la paura che corrode l’energia dei reni, la rabbia che colora il fegato di quel verde denso,  la tristezza che si annida nei polmoni, la preocupazione che ingiallisce il mio stomaco.

Benvenuti, perchè se vi conosco posso accogliervi come meritate.

Con amore.

 

Like this on Facebook